Contatti

Gita Unuci Padova - Base Tuono



I luoghi della memoria - 29 maggio 2016

Nell’ambito delle iniziative che UNUCI Padova propone ai Soci della Sezione, vi è una serie di viaggi che vogliono celebrare i luoghi della Grande Guerra e, nel contempo, far conoscere località e storie che hanno un indubbio valore storico. Domenica 29 Maggio si è svolto il secondo di questi viaggi. All’iniziativa hanno aderito più di 80 persone, segno evidente della validità e dell’interesse suscitati dalla proposta.


basetuono.jpg

Il programma prevedeva:

 
Visita guidata forte Cherle (Werk San Sebastian) a Folgaria

Visita all’ospedale militare austrungarico in prossimità salendo la scala dell’imperatore

Pranzo di coesione

Visita guidata Base Tuono


Forte Cherle è uno dei forti della linea difensiva Austro-Ungarica che, come è noto, al tempo della I Guerra Mondiale, era ben oltre gli attuali confini italiani.

Il forte in particolare si trova sull’altipiano di Folgaria (TN) a un’altitudine di circa 1450 m. Il forte non fu mai preso d’assalto dalle nostre truppe, ma fu seriamente danneggiato dal fuoco di batteria del vicino forte Campomolon in posizione strategicamente dominante (a quota di circa 1850 m) e con armamento più potente (obici da 280 mm – più del doppio di quelli austriaci) e successivamente abbandonato dagli austriaci qualche giorno prima dell’armistizio.

L’incuria prima e l’autarchica necessità di ferro poi, completarono l’opera di distruzione. Solo alla fine degli anni 90 iniziarono lavori di restauro e recupero di questo patrimonio storico.

Davanti al forte si trovano i resti dell’ospedale da campo austriaco, che si può agevolmente raggiungere sia con un comodo sentiero, sia tramite la cosiddetta Scala dell’Imperatore, costruita dagli austriaci in occasione della visita dell’allora regnante imperatore Carlo I d’Austria e tornata alla luce in tempi recenti. La storia dei siti e l’organizzazione della visita guidata è stata curata dal Cap. De Checchi (Presidente di Sezione) e dal Ten. Cotrufo (Consigliere di Sezione).

Terminata la visita a forte Cherle, il gruppo si è concesso una pausa conviviale in un vicino ristorante, durante il quale le previsioni metereologiche hanno trovato la loro conferma. Il grosso della perturbazione si è esaurito in questo intervallo, impedendo che il tempo, rimasto comunque incerto per il resto della giornata, impedisse l’agevole fruizione delle visite. 
 
Base Tuono a circa 1550 m di quota invece è di tempi più recenti. Situata anch’essa nel comune di Folgaria, faceva infatti parte della linea di difesa NATO che, tramite missili intercettori teleguidati, costituiva rete di protezione per un eventuale incursione di bombardieri strategici provenienti da oltre cortina.

Durante la visita guidata è stato illustrato in dettaglio il funzionamento del sistema d’arma Nike-Hercules composto, oltre che dalla componente missilistica, anche da un sistema radar per il rilevamento della rotta dei velivoli nemici, e da un sistema di calcolatori, allora basati su tecnologia a valvole, montati su carri, per la tracciatura e la guida degli intercettori teleguidati.

Il sistema di difesa Nike-Hercules, nel periodo 1966-1977 arrivò a contare, in tutta la NATO, circa 400 missili che furono progressivamente dismessi; delle 102 basi schierate dalla Norvegia alla Turchia Base Tuono è l’unica rimasta e costituisce memoria permanente a monito di ciò che avrebbe potuto accadere e che, fortunatamente, non avvenne mai.
 

Ten. AA Giorgio Santomo

2017© Unuci Padova - Passaggio S.Fermo 35137 Padova - Privacy Policy -  Powered by Xplants